Una metafora della vita?

on-the-road

Come tanti altri appassionati di scalata, mi è sempre piaciuto pensare che questa attività si prestasse meglio a essere una metafora della vita, rispetto ad altre attività sportive e non.

Però mi accorgo che gli “effimeri traguardi” si trovano spesso anche nella vita, e che una soddisfazione per un obiettivo a lungo inseguito dura poco perché quell’obiettivo sfuma fra le mani. Però c’è una differenza sostanziale: nella vita, gli obiettivi che mi sono sfuggiti dalle mani dopo tanti inseguimenti, lo hanno fatto per i casi sfortunati mentre gli effimeri traguardi della scalata sono obiettivi che sono stati raggiunti e nessuno ormai li può mettere in discussione, ma è il nostro atteggiamento verso di essi che cambia e la soddisfazione sfuma per diventare desiderio di qualcos’altro.

E’ un inseguimento continuo, qualcosa che ti logora e che ti da forza ed entusiasmo al tempo stesso.
Al contrario gli obiettivi non raggiunti o sfumati della vita danno solo frustrazione e demoralizzazione.